L’UE vara le regole anti-truffa per l’e-commerce

Regole-Europee-EcommerceNuove regole varate dall’UE a tutela dei clienti che effettuano acquisti online: il Parlamento ha stabilito una nuova normativa anti-truffa” per regolamentare le controversie tra acquirente e venditore in caso di problemi. La necessità di un insieme di direttive in materia di e-commerce nasce proprio dal grande incremento che il commercio elettronico sta vivendo in tutti i Paesi d’Europa, Italia compresa. A livello continentale erano già presenti delle regole tuttavia la mancanza di standard comuni le rendono di fatto quasi inutilizzabili.

Ecco, dunque, il motivo per cui il Parlamento Europeo ha deciso di colmare anche questa lacuna e ha varato nuove regole comuni per gestire le controversie degli acquisti online e per il risarcimento rapido. Le nuove regole prendono il nome di Online Dispute ResolutionODR, hanno lo scopo di intensificare l’uso di questa nuova piattaforma comune nell’UE fornendo agli acquirenti un modo veloce, economico e informale per risolvere le controversie con gli esercenti in alternativa ai classici procedimenti giudiziari che prevedono solitamente tempi lunghi.

Niente più processi iterminabili e trafile estenuanti, per gli amanti dello shopping online le nuove ODR rappresentano una modalità “friendly” per risolvere eventuali criticità legate all’acquisto online e per per cercare rimedi giurisdizionali per i reclami in merito a qualsiasi bene o servizio acquistato non solo on-line ma anche in un negozio, sul mercato interno o attraverso le frontiere.

Le nuove norme approvate dall’Unione Europea prevedono la creazione di una piattaforma web comune, disponibile in tutte le lingue comunitarie e sopratutto gestita direttamente dalla Commissione Europea, dove chiunque potrà trovare consigli su come gestire eventuali reclami e controversie. Inoltre, saranno disponibili anche specifici moduli per avviare i reclami presso le autorità più consone al loro caso.
Questa nuova piattaforma sarà accessibile dal portale europeo “Your Europe” Róza Thun (Ppe, Pl), relatore della nuova piattaforma ODR, ha espresso piena soddisfazione per questo passo che può essere considerato come una “pietra miliare per il rilancio del mercato unico”.

I consumatori e commercianti, in particolare quelli più piccoli, si sentono insicuri circa il commercio elettronico transfrontaliero, perché non sanno a chi rivolgersi per un aiuto se incontrano un problema. ODR darà loro la fiducia per comprare e vendere in tutta l’UE.

La nuova direttiva entrerà in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea. La direttiva, approvata con 622 voti favorevoli, 24 contrari e 32 astenuti, dovrebbe applicarsi in tutti gli Stati membri entro 24 mesi dalla sua entrata in vigore, e la nuova piattaforma comune sarà disponibile da lì a breve. La normativa potrebbe rappresentare un ulteriore importante passo nell’affermazione dell’e-commerce nei paesi europei: in Italia, infatti, numerosi studi e analisi hanno dimostrato quanta diffidenza gli utenti nutrano ancora nei confronti del commercio elettronico, in primis per quanto riguarda i metodi di pagamento, il sistema di spedizione e il servizio di customer care.

E il tuo e-commerce è sicuro e “user-friendly”? Per una consulenza gratuita, contattami all’indirizzo email info@lmlcompany.it.

Questa voce è stata pubblicata in E-commerce. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>