Quanto spendono gli italiani negli acquisti online?

Acquisti-Italiani-OnlineIl 59% degli italiani spende più di quanto pianificato: lo svela l’indagine svolta da LivePerson su un campione di 5710 utenti che hanno effettuato acquisti online.

LivePerson, società di consulenza di New York che opera nel settore del web marketing, rende noti nuovi risultati a seguito dell’indagine realizzata per esaminare il comportamento d’acquisto di oltre 5.700 utenti, di cui 530 italiani, di siti di e-commerce, turismo, intrattenimento, telecomunicazioni e utility.

L’accesso immediato e illimitato alle informazioni, in ogni luogo e da ogni dispositivo, sta cambiando il modo in cui i consumatori effettuano i loro acquisti: gli utenti utilizzano in modo ormai indistinto tutti i canali a loro disposizione – web, mobile e negozi fisici – selezionando di volta in volta quello che meglio si adatta alle esigenze del momento.

Ecco i risultati dell’indagine

  • Cresce l’effetto ROPO (Research Online, Purchase Offline): 78% degli utenti intervistati dichiara di compiere ricerche online prima di acquistare in negozio, la percentuale minore riscontrata in Francia (73%) e la maggiore in Italia (84%). Quasi un intervistato su 4 dichiara inoltre di compiere ricerche sul proprio cellulare mentre è all’interno dello store.
  • Superamento del budget: il 50% degli intervistati ammette di aver acquistato online più di quanto aveva preventivato originariamente e ben il 59% dichiara di aver superato il budget stabilito. La percentuale più bassa spetta ai tedeschi, più parsimoniosi online: solo il 45% degli intervistati supera le cifre prestabilite.

Maggiore la scelta, maggiore la flessibilità
La convergenza dei canali è innanzitutto sinonimo di possibilità di scelta: se durante il processo d’acquisto insorgono intoppi o difficoltà, il consumatore non perderà tempo ma passerà piuttosto su un altro canale, ben consapevole di poter trovare gli stessi prodotti altrove. Questo nuovo approccio genera per i retailer il problema del tasso di abbandono il 51% degli utenti abbandona infatti l’acquisto se non trova un supporto immediato o dopo il primo tentativo di ricerca.

Un sito web poco attraente e la mancanza di un supporto online immediato possono avere effetti tutt’altro che positivi: “è possibile sfruttare la convergenza dei canali a proprio vantaggio, offrendo ai consumatori quella possibilità di scelta che sempre più spesso richiedono. Integrare un buon customer service su tutti i canali e spianare la strada all’acquisto può aumentare significativamente la fidelizzazione del cliente e aumentare i profitti”, spiega Marco Manzoli, Regional Sales Manager di LivePerson per l’Italia. La multicanalità rappresenta, dunque, un’importante sfida delle aziende che, se affrontata nel modo giusto, può offrire l’opportunità di guadagnare un vantaggio competitivo: confrontati con un esperto del settore, scrivendomi all’indirizzo info@lmlcompany.it, valuteremo insieme la strategia migliore per il tuo eCommerce.

Questa voce è stata pubblicata in E-commerce. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>