7 tattiche per spingere gli utenti ad acquistare subito

Ogni volta che un utente visita un e-commerce per i gestori del sito è una grande opportunità: ogni visitatore è un potenziale cliente e la sua visita potrebbe trasformarsi un acquisto.

Per questo è importante che siano messe in atto tecniche per spingere chi naviga su un e-commerce a completare un acquisto.

I visitatori però non sono tutti uguali. Ognuno ha esigenze, aspettative e obiettivi diversi quindi è impensabile individuare un solo modo che possa invogliare tutti ad acquistare. Conviene piuttosto mettere in atto diverse strategie, che possano adattarsi a più tipologie di utenti.

Ecco allora 7 tattiche per spingere i visitatori di un e-commerce ad acquistare subito:

1 – Pop-up speciale durante la prima visita
La tattica più semplice che può spingere le persone a compiere un acquisto online nel momento in cui visitano un e-commerce è l’utilizzo di pop-up non appena l’utente approda sulla pagina. Il pop-up dovrebbe contenere un messaggio promozionale da utilizzare la prima volta che si visita il sito. Potrebbe trattarsi, ad esempio, di uno sconto particolare, spese si spedizione gratuite per il primo acquisto, codici promozionali in cambio di un indirizzo mail ecc…

2 – Presenza attiva di un servizio clienti
Il servizio clienti non dovrebbe essere utilizzato solo durante le fasi dell’acquisto o del post-acquisto. Un modo per far sentire l’utente “importante” può essere quello di offrirgli sempre la presenza di un servizio clienti con cui interagire per qualsiasi problema/domanda.

Per raggiungere questo scopo si possono utilizzare chat online con cui interagire in tempo reale con l’e-commerce oppure anche solo rendere sempre visibili i contatti dei gestori (numeri di telefono, mail, account sui social network…)

3 – Follow -up in caso di carrelli abbandonati
A volte gli utenti riempiono carrelli (virtuali) di prodotti ma poi non completano mai gli acquisti. Un buon e-commerce dovrebbe prevedere dei follow-up (di solito via mail) che ricordi la presenza di carrelli abbandonati e che al tempo stesso contengano informazioni che possano spingere le persone a recuperare il carrello e a completare l’acquisto.

In questo caso si può puntare su vari elementi:
- la scarsità: ci sono solo pochi articoli ancora disponibili
-l’urgenza: si ha un tempo limitato per acquistare i prodotti
- testimonianze: altre persone dichiarano di aver provato quegli articoli e di essere molto soddisfatti oppure altre persone hanno già acquistato quei prodotti

4 – Urgenza
Puntare sull’urgenza è una tattica che solitamente funziona: nelle pagine degli e-commerce conviene quindi inserire accanto ad alcuni articoli, incentivi all’acquisto, come ad esempio offerte limitate, codici promozionali che scadono a breve, timer per usufruire dell’offerta ecc…

5 – Contenuti personalizzati
Un altro modo per invogliare un utente a comprare è personalizzare il più possibile i contenuti che sta visitando. Se il cliente si è autenticato tramite account personale, è importante chiamarlo per nome e dargli la possibilità di accedere facilmente alle sue pagine di navigazione. In ogni caso è consigliabile proporre sempre degli articoli correlati alle ricerche che sta effettuando e mostrare cosa hanno consultato/acquistato gli altri utenti interessati a quel determinato prodotto.

6 – Trattamenti VIP
Ogni utente deve sentirsi unico e privilegiato: bisogna quindi offrirgli un trattamento speciale, quasi da VIP: offerte a lui riservate, sconti esclusivi o anche solo il coinvolgimento degli utenti chiedendo loro valutazioni, pareri o rencensioni

7 – Trasparenza nelle modalità di consegna/vendita
L’utente deve poter trovare le informazioni relative alle spese di spedizione e alle modalità di acquisto online in modo semplice e veloce. I contenuti devono essere chiari, proprio per dare al cliente la sensazione di trasparenza e serietà, indispensabili per creare fiducia.

7 tattiche per spingere gli utenti ad acquistare subito

 

Ogni volta che un utente visita un e-commerce per i gestori del sito è una grande opportunità: ogni visitatore è un potenziale cliente e la sua visita potrebbe trasformarsi un acquisto.

Per questo è importante che siano messe in atto tecniche per spingere chi naviga su un e-commerce a completare un acquisto.

 

I visitatori però non sono tutti uguali. Ognuno ha esigenze, aspettative e obiettivi diversi quindi è impensabile individuare un solo modo che possa invogliare tutti ad acquistare. Conviene piuttosto mettere in atto diverse strategie, che possano adattarsi a più tipologie di utenti.

 

Ecco allora 10 tattiche per spingere i visitatori di un e-commerce ad acquistare subito

 

1 – pop-up speciale durante la prima visita

 

La tattica più semplice che può spingere le persone a compiere un acquisto online nel momento in cui visitano un e-commerce è l’utilizzo di pop-up non appena l’utente approda sulla pagina. Il pop-up dovrebbe contenere un messaggio promozionale da utilizzare la prima volta che si visita il sito. Potrebbe trattarsi, ad esempio, di uno sconto particolare, spese si spedizione gratuite per il primo acquisto, codici promozionali in cambio di un indirizzo mail ecc…

 

2 – presenza attiva di un servizio clienti

Il servizio clienti non dovrebbe essere utilizzato solo durante le fasi dell’acquisto o del post-acquisto. Un modo per far sentire l’utente “importante” può essere quello di offrirgli sempre la presenza di un servizio clienti con cui interagire per qualsiasi problema/domanda.

Per raggiungere questo scopo si possono utilizzare chat online con cui interagire in tempo reale con l’e-commerce oppure anche solo rendere sempre visibili i contatti dei gestori (numeri di telefono, mail, account sui social network…)

 

3 – Follow -up in caso di carrelli abbandonati

A volte gli utenti riempiono carrelli (virtuali) di prodotti ma poi non completano mai gli acquisti. Un buon e-commerce dovrebbe prevedere dei follow-up (di solito via mail) che ricordi la presenza di carrelli abbandonati e che al tempo stesso contengano informazioni che possano spingere le persone a recuperare il carrello e a completare l’acquisto.

In questo caso si può puntare su vari elementi:

  • la scarsità: ci sono solo pochi articoli ancora disponibili

  • l’urgenza: si ha un tempo limitato per acquistare i prodotti

  • testimonianze: altre persone dichiarano di aver provato quegli articoli e di essere molto soddisfatti oppure altre persone hanno già acquistato quei prodotti

 

4 – Urgenza

Puntare sull’urgenza è una tattica che solitamente funziona: nelle pagine degli e-commerce conviene quindi inserire accanto ad alcuni articoli, incentivi all’acquisto, come ad esempio offerte limitate, codici promozionali che scadono a breve, timer per usufruire dell’offerta ecc…

 

5 – contenuti personalizzati

Un altro modo per invogliare un utente a comprare è personalizzare il più possibile i contenuti che sta visitando. Se il cliente si è autenticato tramite account personale, è importante chiamarlo per nome e dargli la possibilità di accedere facilmente alle sue pagine di navigazione. In ogni caso è consigliabile proporre sempre degli articoli correlati alle ricerche che sta effettuando e mostrare cosa hanno consultato/acquistato gli altri utenti interessati a quel determinato prodotto.

 

6 – Trattamenti VIP

Ogni utente deve sentirsi unico e privilegiato: bisogna quindi offrirgli un trattamento speciale, quasi da VIP: offerte a lui riservate, sconti esclusivi o anche solo il coinvolgimento degli utenti chiedendo loro valutazioni, pareri o rencensioni

 

7 – Trasparenza nelle modalità di consegna/vendita

L’utente deve poter trovare le informazioni relative alle spese di spedizione e alle modalità di acquisto online in modo semplice e veloce. I contenuti devono essere chiari, proprio per dare al cliente la sensazione di trasparenza e serietà, indispensabili per creare fidu

Questa voce è stata pubblicata in E-commerce. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>