Gli ultimi mesi dell’anno sono un periodo determinante per negozi online e offline. Prima il Black Friday, poi il Cyber Monday ed infine la campagna natalizia. Per non parlare dei saldi invernali di inizio gennaio.
La concorrenza diventa ogni anno sempre più agguerrita e per vincerla occorre differenziarsi ma anche farsi trovare preparati. Un suggerimento sempre valido è mantenersi costantemente aggiornati ad esempio con formazione a distanza come un corso sales navigator o funnel.
Vediamo però anche qualche piccola strategia per scoprire come aumentare le vendite online a Natale.

Personal shopper

In questo momento negozi ed ecommerce sono assaliti da clienti in cerca di idee o ispirazione e la stragrande maggioranza degli acquisti effettuati sono regali.
È una grande opportunità per acquisire nuovi clienti. Come fare? Offrendo un servizio di personal shopping tramite suggerimenti e consigli proattivi che possano aiutare gli utenti a trovare ciò che stanno cercando. Se si effettua una buona segmentazione delle visite con una strategia di trigger, si possono identificare i potenziali clienti o chi ha bisogno di aiuto, in modo da poterli contattare al momento giusto.

Le chat con messaggi personalizzati sono quindi un ottimo strumento per aumentare le vendite online a Natale. Possono essere impiegate per consigliare gli utenti in base alle loro esigenze, ma anche per comunicare offerte o persino spingere le vendite dei prodotti che si hanno in magazzino da molto tempo.
È possibile inoltre configurare i trigger sotto forma di pop-up in cui comunicare spedizioni urgenti senza costi aggiuntivi o costi di spedizione gratuiti. Cliccando sul banner, si aprirà quindi una chat in cui l’agente spiega tutte le condizioni per ottenere consigli durante l’intero processo di acquisto.

Mail di recupero dei carrelli abbandonati

Un potenziale cliente in cerca di idee di solito visita gli ecommerce e aggiunge diversi prodotti ai carrelli, per poi abbandonarli in attesa di esser sicuro di effettuare l’acquisto.

Inviare mail di recupero del carrello è essenziale durante tutto l’anno, ma ottimizzarle in queste date è ancora più importante.
In queste mail è necessario includere nel carrello i prodotti che il cliente ha lasciato, ma è anche possibile completare la mail con altre funzionalità, per renderla più efficace. È ad esempio un’ottima strategia proporre nella mail un servizio di customer service che segua i clienti e dia loro consigli di acquisto.
Vanno poi ricordate anche le promozioni in corso e proposte eventuali guide ai regali.

Monitoraggio dell’ordine

Un fattore chiave nello shopping natalizio è che la merce arrivi in tempo e che i sistemi di pagamento online consentano un acquisto rapido e semplice. I clienti dovranno avere tutto sotto controllo. Dovranno quindi essere informati passo dopo passo sullo stato dell’ordine: se è stato inviato, se è in distribuzione, qual è la data di consegna prevista, il corriere e l’ultimo orario di aggiornamento dello stato.

Inoltre, questo processo può essere automatizzato tramite chatbot. Il meccanismo di Intelligenza Artificiale sarà responsabile della richiesta del numero di tracciamento e della fornitura di tutte queste informazioni raccolte nel file del visitatore.

Gestione resi

Le fotografie dei prodotti sono decisive per limitare i resi. Il colore, il tessuto o le dimensioni del prodotto devono essere assolutamente fedeli, per evitare che vengano restituiti.
In alcuni casi, per aumentare le vendite online a Natale, può essere utile offrire assistenza in tempo reale. Se un cliente ha bisogno di vedere meglio ciò che sta per acquistare, si può prevedere l’intervento di un agente che mostrerà diverse fotografie del prodotto attraverso chat o webcam.
In questo modo gli utenti avranno la sensazione di trovarsi in un negozio fisico.

Pin It on Pinterest