L’impatto del Coronavirus sul commercio elettronico è stato piuttosto significativo, facendo registrare a livello mondiale tassi di crescita dell’e-commerce mai visti prima. Shopify Plus, ad esempio, stima che entro il 2021, le vendite di e-commerce al dettaglio in tutto il mondo raggiungeranno $ 4,9 trilioni.
Il confinamento ha incoraggiato nuovi consumatori a provare il canale online e ha aumentato la frequenza di acquisto da parte di chi era già cyber shopper. Durante il lockdown, ad esempio, c’è stato un aumento cospicuo delle vendite presso supermercati online e in generale degli ordini di cibo e di altri beni essenziali. Un incremento così ampio della domanda ha messo a dura prova i retailer già presenti online che hanno dovuto riorganizzare la propria logistica e il funnel di vendita.
Allo stesso tempo molte PMI fino a quel momento non ancora inserite nel commercio elettronico, hanno deciso di valutare la possibilità di realizzare un e-commerce.


La competizione tra Amazon e Aliexpress per attirare le piccole medie imprese sulle loro piattaforme si è acuita sensibilmente. Questi due giganti sono dei veri e propri centri commerciali online e sono sempre più le aziende che cercano di inserirsi all’interno di questo mercato.
Ad esempio, Aliexpress per attirare maggiori clienti, dal 18 aprile e il 21 giugno, ha eliminato la riscossione delle commissioni su molti paesi europei. Inoltre ha recentemente lanciato un nuovo programma di incentivi che consente ai venditori di ottenere un rimborso del 2% delle loro vendite sulla piattaforma fino a un massimo di 10.000 euro. Ad una condizione: soddisfare gli standard per migliorare il servizio logistico agli acquirenti.
L’azienda cinese assicura di aver investito diversi milioni di euro negli ultimi mesi in iniziative di marketing per incrementare le vendite delle aziende europee, sia all’interno del territorio nazionale che nelle loro esportazioni verso altri paesi della UE.


Crescita dell’e-commerce Amazon

La pandemia ha quindi accelerato il salto digitale delle PMI, che hanno così avviato operazioni di marketplace decidendo di aprire un negozio su Amazon, eBay,  Alibaba o Aliexpress. Oppure hanno deciso di creare i loro cyber shop utilizzando strumenti di piattaforme come Shopify, PrestaShop e WooCommerce.
Nel nostro paese la maggior parte delle aziende che si affida ad un marketplace continua comunque a preferire Amazon.
Ora più della metà degli articoli venduti nei negozi Amazon proviene da piccole e medie imprese.
Amazon è infatti stata una delle grandi vincitrici della crisi del coronavirus. Nonostante gli alti costi che ha dovuto sostenere a causa della pandemia, la forte crescita delle vendite online si è tradotta in un utile netto di 5,2 miliardi di dollari nel secondo trimestre dell’anno. Ovvero il doppio di quello dello stesso periodo 2019. Il fatturato del gigante dell’e-commerce, che rafforza la sua posizione dominante, è cresciuto del 40% su base annua a $ 88,9 miliardi.


La società ha buone previsioni per il trimestre in corso, in cui stima ricavi compresi tra $ 87 miliardi e $ 93 miliardi. Le vendite online su Amazon sono aumentate del 48% su base annua a 45.896 milioni di dollari, mentre l’attività del mercato ha generato un reddito di 18.195 milioni, il 53% in più.
Una simile crescita dell’e-commerce ha quindi spinto l’azienda a rafforzare la sua forza lavoro creando circa 175.000 nuovi posti di lavoro.
Da questi dati è evidente che quando si tratta di acquisti online o di e-commerce tutto avviene rapidamente. Sia per i settori B2C che B2B, la crescita dell’e-commerce sta aumentando di anno in anno. Le aziende non hanno altra scelta che adottare una strategia online creando il proprio sito Web, interagendo con un mercato online, al fine di esistere nell’ambiente competitivo di oggi.

Vuoi far crescere la tua azienda grazie al web e all’e-commerce?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta in contatto con me. Ogni settimana invio newsletter relative al mondo Amazon, Alibaba e Marketplace in generale. Ma non solo, parlo anche di LinkedIn e di Social Selling.

Complimenti per esserti iscritto/a alla newsletter!

Pin It on Pinterest