LinkedIn è stato lanciato nel 2002 come sito di networking per professionisti. 18 anni dopo è cresciuto fino a diventare una delle migliori piattaforme di social media con quasi 700 milioni di utenti attivi che ogni giorno visitano le pagine aziendali, partecipano a discussioni e pubblicano post. La pubblicità su LinkedIn garantisce quindi un’altissima visibilità e non a caso LinkedIn è ora la seconda piattaforma più utilizzata dai marketer B2B.

L’adv su LinkedIn, infatti, fornisce tutto ciò di cui i professionisti del marketing hanno bisogno per raggiungere il pubblico giusto e ottimizzare al massimo la spesa. È un potente strumento per il marketing in entrata con un enorme potenziale, ovvero la capacità di indirizzare traffico di alta qualità al tuo sito, portare nuovi contatti e ottimizzare così il tuo funnel di vendita. Ma la pubblicità su LinkedIn non è economica: per farla bene serve molto impegno e possibilmente la consulenza di un esperto LinkedIn che sappia aiutarti, almeno all’inizio.

Pubblicità su LinkedIn: 5 motivi per cui è importante

Le ragioni per investire su LinkedIn sono però molteplici. Ci sono almeno 4 buoni motivi per cui un marketer B2B dovrebbe valutare questo tipo di adv.

Informazioni accurate sul pubblico

Anche se la quantità di utenti di LinkedIn sia inferiore a quella di Facebook o Instagram, ha un enorme vantaggio: fornisce dettagli sulle esperienze lavorative di ognuno. E, sebbene esista la possibilità che le informazioni dell’utente siano imprecise o obsolete, la maggior parte delle informazioni sono aggiornate e permettono così di delineare un identikit realistico del tuo pubblico. Questo perché il focus di LinkedIn rimane l’ambito professionale e la possibilità di trovare nuove opportunità lavorative. Gli utenti quindi tendono ad aggiornare i loro profili più frequentemente.

Quando fai pubblicità su LinkedIn puoi selezionare un pubblico specifico, scegliendo così solo le persone che rispondono a determinati criteri. Ad esempio, puoi raggiungere gli utenti includendo o escludendo:

  • Posizione
  • Job title
  • Nome dell’azienda
  • Grado ricoperto
  • Interessi professionali

Puoi anche utilizzare i dati della tua azienda per retargetizzare i visitatori del sito web o raggiungere contatti e account noti. La piattaforma pubblicitaria di LinkedIn offre infatti una grande opportunità per la campagna di marketing basato sull’account (ABM) della tua azienda, di cui parleremo tra poco.

Una vasta selezione di formati di annunci

LinkedIn fornisce un lungo elenco di formati di annunci, dal testo alle immagini e persino ai video. Esistono diversi format tra cui annunci carosello, annunci email, annunci display, annunci dinamici e altro ancora.

Prima di lanciare la tua campagna, è importante esaminare i diversi formati per trovare quello che soddisferà meglio i tuoi obiettivi. Ad esempio, gli annunci dinamici di LinkedIn coinvolgono i potenziali clienti con messaggi che vengono personalizzati per loro in maniera automatica. Con questo formato, puoi quindi creare annunci su misura per migliorare la tua brand awareness, indirizzare il traffico e convertire i potenziali clienti.

In alternativa, i contenuti sponsorizzati di LinkedIn ti consentono di promuovere i contenuti nel feed di LinkedIn. E puoi persino incorporare moduli di lead gen per acquisire lead.

Un’ampia gamma di obiettivi

Altrettanto importante quanto il formato, se non di più, è la scelta dell’obiettivo dell’annuncio, che aiuta LinkedIn a semplificare e personalizzare la creazione della campagna.

LinkedIn offre obiettivi interessanti per i marketer B2B, tra cui:

  • Brand awareness: campagne basate sulle impressioni ideali per la costruzione del marchio nella parte superiore della canalizzazione.
  • Visite al sito web: utili ovviamente quando vuoi aumentare il traffico sul tuo sito.
  • Engagement: servono per far interagire gli utenti con i tuoi post attraverso clic sul tuo annuncio, commenti o diventando follower dell’azienda.
  • Visualizzazioni video
  • Lead generation: questo obiettivo utilizza moduli LinkedIn precompilati con i dati del profilo degli utenti e ti permette di ottenere facilmente contatti sulla piattaforma.
  • Conversioni del sito web: puoi definire una specifica azione da compiere sul tuo sito, ad esempio scaricare un ebook. La tua campagna sarà quindi ottimizzata per quella specifica conversione.


Ottimizzazione delle campagne ABM

Abbiamo già accennato al concetto di ABM-account based marketing. In pratica sono campagne estremamente personalizzate che ti permettono di concentrarti su una serie di account target all’interno di uno specifico mercato. Se la tua azienda sta investendo in campagne ABM, la pubblicità su LinkedIn può essere uno strumento molto utile dato che tra le varie opzioni pubblicitarie offerte da LinkedIn ci sono anche alternative progettate per supportare il marketing ABM. Le aziende possono quindi sfruttare le opzioni di personalizzazione di LinkedIn per creare annunci su misura.

Il messaggio InMail sponsorizzato di LinkedIn, ora denominato Message Ads, è un altro modo per migliorare la tua campagna ABM. Con Message Ads, puoi inviare messaggi personalizzati a utenti di un pubblico specifico, ovvero il targeting della tua campagna. Puoi invitare questi utenti a scaricare contenuti esclusivi oppure incoraggiarli a registrarsi a un evento come un webinar.


Vuoi far crescere il tuo e-commerce utilizzando LinkedIn?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta in contatto con me. Ogni settimana invio newsletter relative al mondo Amazon, Alibaba e Marketplace in generale. Ma non solo, parlo anche di LinkedIn e di Social Selling.

Complimenti per esserti iscritto/a alla newsletter!

Pin It on Pinterest